Il Notiziario della Proloco e Canne della Battaglia

 

ELEZIONI COMUNALI 2011 A BARLETTA

sempre accolti da un falso sorriso

(30 aprile 2011)

 

Elezioni comunali a Barletta
Le operazione elettorali

Gino durante una guida

Gino Vitrani durante una guida

Sempre accolti da un falso sorriso... il brutto e il bello delle elezioni comunali a Barletta.

Una situazione rincresciosa quando parenti ed amici si incontrano per strada e ti sorridono dopo che non si sono fatti vedere per anni. In un attimo si mostrano gentili, cortesi e disponibili, gente con la faccia di gomma, opportunisti, svergognati, falsi, crudeli, intenti solo al loro tornaconto personale come caimani, coccodrilli e iene accaniti a rubare anche le carogne... insomma, gente senza scrupoli.

Sono infami pronti a negare tutto, anche le promesse fatte quando pescano nel torbido, a scapito della brava gente.

N.B.: Non voglio fare di tutt'erba un fascio, ci sono persone leali, serie, perbene che non vendono chiacchiere e non promettono case, posti di lavoro o soldi, insomma parlo di gente che ama veramente Barletta e che propone progetti rifiutando compromessi come hanno fatto personaggi che hanno amministrato facendo e pensando ai soli affari propri . Alcuni personaggi per queste elezioni comunali hanno fatto in modo che se malauguratamente vengano eletti penseranno solo a finire di sistemare i loro fabbisogni, dei loro figli, dei loro nipoti e dei loro pronipoti. Voi sapete a chi mi riferisco, è semplice individuare questi malfattori e traditori di Barletta, che fingono solo di amare questa città, mentre invece c'è davvero da diffidare tanto.

Questi "politicanti" nella attuale amministrazione hanno più volte minacciato di far cadere il consiglio e la giunta comunale se i loro chiamiamoli "desideri" non fossero stati esauditi. Con molta forza, purtroppo, pur di andare avanti si è dovuto accondiscendere a macabri compromessi.

ATTENZIONE!!! Aprite (anzi apriamo) gli occhi ora che è il momento di votare! Queste persone che ci devono rappresentare  seriamente, persone che amano Barletta, e che hanno già dimostrato negli anni passati di avere competenza e serietà, dandoci conferma di continuare il loro compito di fare crescere la nostra Barletta. Ora è il momento di votare a chi non racconta favole.

Il 15 e 16 maggio 2011 dimostriamo di saper scegliere gli uomini "giusti" che rappresenteranno tutti i cittadini barlettani per i prossimi 5 anni. Auguriamoci che amministratori con le idee chiare ed innovative riaccendano l'industria a Barletta.

L'altro faro che Barletta deve accendere necessariamente è che queste persone capiscano che il turismo deve essere sviluppato, Barletta deve aprire le porte al mondo perché non abbiamo da inventarci niente, siamo in possesso di tutto ciò di cui abbiamo bisogno per paragonarci alle più grandi città turistiche del mondo intero.

Interventi importanti dovranno essere effettuati sulla litoranea di ponente e di levante. Ancora in uno stato di insufficienza il centro storico ed i nostri invidiatissimi monumenti, vedi il Castello, il palazzo della Marra, la Cattedrale, la Chiesa di Sant'Andrea, il colosso Eraclio e tanti altri.

L'altro fiore all'occhiello del quale Barletta può vantarsi è Canne della Battaglia, invidiata da tutti:  addirittura in alcuni posti del mondo riproducono virtualmente la battaglia del 216 a.C. svoltasi sul nostro territorio, facendo pagare anche il biglietto di ingresso.

Da sempre i nostri passati e presenti amministratori hanno trascurato il sito archeologico di Canne della Battaglia (la più cruenta di tutti i tempi, quando lo stratega Annibale sconfisse i romani con metà del loro esercito), proprio per demerito dei dirigenti che negli anni passati si sono improvvisati tecnici, storici e quant'altro, riducendo questo gioiello in fin di vita.

Ci auguriamo che i futuri responsabili ed amministratori che piloteranno gli interessi comuni e popolari si propongano rappresentanti leali e "disinteressati".

 


commenta

Presidente della Proloco Barletta
e Canne della Battaglia
Gino Vitrani

torna al notiziario