Il Notiziario della Proloco e Canne della Battaglia

 

GIU' LE MANI DA BARLETTA

(5 luglio 2011)

 

Giu le mani

Gino durante una guida

Gino Vitrani durante una guida

Rispondo ai molti barlettani che non vivono nella città natia, informandoli di come vanno le cose nella nostra Barletta.

Incominciamo dalle informazioni più generiche, quelle sulla economia della nostra città, questione davvero delicata.

Dopo le elezioni amministrative, il Consiglio Comunale non è ancora partito, e questo ha fermato alcune attività produttive, recando un danno enorme alla nostra città. Parlo in primis del turismo, non si è fatto niente per la nuova stagione, il turismo non è stato agevolato tramite iniziative primarie, vedi concerti, sagre, spettacoli che avrebbero fatto da grosso richiamo per chi viene da fuori, come abitualmente ogni anno accade.

Il motivo unico è quello che tutti o quasi tutti gli eletti (e non) che hanno il potere di fare e disfare le unioni e gli sfasci, non si sono messi ancora d'accordo su come si devono dividere la torta. Tutti si credono padroni di un pezzo di Barletta, chi della cultura, chi dell'industria, chi (e soprattutto) dell'edilizia.

Mi rivolgo ai nuovi e vecchi gestori di Barletta... MA LA VOLETE SMETTERE DI SPUTTANARVI FACENDOVI CONOSCERE IN TUTTO IL MONDO E DINTORNI. SIETE CAPACI SOLO DI SFASCIARE E NON DI COSTRUIRE.

Insomma, non l'avete capito che BARLETTA NON E' VOSTRA!!!!! e non si vende a nessuno, giù le mani dalla città della Disfida. Barletta va vissuta, voi dovete solo rappresentarla come una bomboniera, perché voi non lo sapete, ma Barletta deve essere venduta a tutti i cittadini del mondo e dintorni.

I turisti che arrivano a Barletta sognano ad occhi aperti per le meraviglie naturali che Barletta offre loro.

Quindi, rappresentanti di passaggio, GIU' LE MANI DALLA NOSTRA MAGICA BARLETTA!!! Non continuate a paralizzarla ancora! Mettete in partenza la nostra grandissima azienda di tutti i Barlettani e non. Aprite gli occhi, FURBI!

 


commenta

Presidente della Proloco Barletta
e Canne della Battaglia
Gino Vitrani

torna al notiziario